top of page

La Honda CB500 Hornet

La nuova Honda CB500 Hornet: stile aggressivo e tanta aerodinamica

Ecco la streetfigher Honda apprezzata ad EICMA 2023 proprio per le sue caratteristiche stilistiche ed aerodinamiche. Tutto nasce dalla CB500F del 2013, che ha saputo farsi spazio, specie nel mondo giovane dei possessori di patente A2.



Una grande storia per la CB


Nel 2016 arriva un bicilindrico più “incisivo” ed un serbatoio più capiente, le luci LED e la sospensione posteriore regolabile nel precarico molla.

Nel 2019 nuovo design con elementi tecnici più in risalto mentre nel 2022 arrivò un aggiornamento più importante con nuove sospensioni Showa SFF-BP ed un nuovo forcellone, un impianto frenante doppio disco con pinze ad attacco radiale, un nuovo radiatore e diversi setting per mappatura e ciclistica.



Il prossimo 2024 apre un nuovo capitolo con la CB500 Hornet. Motore bicilindrico da 48 Cv adatto alla patente A2, controllo di trazione HSTC e mapping nuovi per la centralina.

C’è poi il telaio in acciaio con struttura a diamante, forcella Showa SFF-BP ovvero con funzioni separate compressione/ritorno e più potenti freni sempre con doppio disco e pinze a quattro pistoncini ad attacco radiale.


Il Digital Dynamism


Ovviamente ispirata alla “sorella” da 750 cc, nuova CB500 Hornet, ha una sua filosofia progettuale che deriva dal concetto “Digital Dynamism”, quindi linee morbide, codone affusolato e massiccia presenza del serbatoio carburante ed il nuovo gruppo ottico carenato, dotato di incavi aerodinamici.



Questa soluzione non è affatto e solo estetica ma ha una sua ragione. I condotti laterali inglobati e posizionati all’altezza del gruppo ottico, incanalano il flusso aria nella porzione superiore del serbatoio. Questo dettaglio, rende lo sterzo più preciso quando si viaggerà a velocità elevata.


Dettaglio legato alla sicurezza poi, è il nuovo faro LED che riesce a mantenere molto alta la profondità del fascio luminoso in modo da ampliare una distribuzione più uniforme del fascio luminoso.


Cosa che aiuta il pilota nella guida, specie in percorrenze notturne. Tra le novità più visibili, il display TFT a colori da 5” con introduzione della connettività app Honda RaodSync dal Play Store Android o AppleStore iOS che si connette al sistema.



Una moto facile da guidare. Per tutti!


Iniziamo dall’altezza sella, a quota 785 mm, che rende questa CB davvero guidabile per tutti. Le quote della moto prevedono 2080x800x1060 mm con altezza da terra di 145 mm; il serbatoio carburante ospita 17,11 litri con consumi incredibili di circa 29 km/litro ovvero circa 480 km.


Telaio pensato per la maneggevolezza


Due parole sul telaio, un tubolare in acciaio con tubi da 35 mm identico come conformazione alle precedenti versioni e quindi con bilanciamento ideale 50/50. L’interasse che rende la CB500 Hornet così agile, è di 1410 mm con inclinazione cannotto di 25.5° ed avancorsa di 102 mm.


La moto pesa 180 kg con il pieno di benzina, ovvero 1 kg meno della precedente CB500F mentre per le sospensioni scopriamo forcella Showa SFF-BP da 41 mm, un mono posteriore Pro-Link – a tubo singolo - regolabile su 5 posizioni ed il forcellone con pareti da 2 mm dotato di elemento trasversale scatolato.



La sua caratteristica è rigidità in senso rotazionale ma flessibile in senso laterale e questo per aumentare il gradiente di maneggevolezza. Per l’impianto frenante, troviamo un doppio disco anteriore da 296 mm con pinze Nissin ad attacco radiale a 4 pistoncini ed un posteriore da 240 servito da pinza mono pistoncino.


Motore, un po’ di novità


Questo affidabile bicilindrico parallelo bialbero “ottovalvole”, vanta una nuova mappa motore che gli dona molta coppia tra 3000 e 7000 giri ed eroga 48 Cv a 8600 giri con 43 Nm di coppia a 6500 giri.



Hornet CB500 2024, vanta controllo di trazione HSTC che può essere disattivato dal pilota. Altre chicche di questa unità sono la fasatura a 180°, la presenza del contralbero collocato dietro ai cilindri, un rapporto di compressione di 10,7:1, le quattro valvole per cilindro, le valvole da 26 e 21,5 mm ed il mantello dei pistoni striati per una migliore lubrificazione.



Ed ancora, il trattamento di nitro-carburazione con processo AB1 in bagno di sale per la creazione di una sottile membrana protettiva ed il basamento con canne cilindri sottili dove il carter motore è progettato per il contenimento delle perdite di pompaggio, classiche con manovellismo a 180°.



Per la nuova CB500 Hornet 2024 è disponibile un’ampia gamma di accessori, organizzata in “pack”, sovrapponibili tra loro in quanto privi di duplicazioni. Ogni componente è acquistabile anche singolarmente.


I Pack per la CB500 Hornet


Style Pack

Unghia parabrezza scura

Tank pad

Cover monoposto in tinta

Stickers ruote


Comfort Pack

Per usare la Hornet 500 tutti i giorni, anche d’inverno;

Manopole riscaldabili (a 5 livelli con memoria e indicatore sul display)

Presa ACC sottosella

Cavalletto centrale


Travel Pack

Borsa serbatoio 3L

Borsa sellino posteriore 15L espandibile a 22L

In aggiunta a qualsiasi pack, si può installare il bauletto




Kommentare


bottom of page